Laboratorio di Comunità Resilienti

Bologna, 11 Giugno 2017

Diventiamo consapevoli dei punti di svolta che si presentano per raggiungere gli scopi  prefissati

Laboratorio di comunità resilienti

 Non riusciamo a raggiungere gli scopi che ci siamo dati?

Le relazioni mutano senza un appartente motivo?

La realtà va in una direzione contraria a quella desiderata?

 

In ogni comunità c’è del lavoro da fare.

In ogni nazione ci sono ferite da guarire.

In ogni cuore c’è il potere per farlo.

Marianne Williamson

Spesso ci capita che nonostante gli sforzi individuali e collettivi non riusciamo a raggiungere gli scopi che ci siamo prefissi. Altrettanto spesso può capitare che la realtà e le relazioni mutino senza un apparente motivo e/o vadano in una direzione contraria a quella che vorremmo.

Possiamo quindi attendere “tempi migliori” per agire oppure possiamo provare a diventare maggiormente consapevoli dei blocchi individuali, sociali, culturali, politici ed economici che impediscono ai cambiamenti virtuosi di procedere ed agire.

La nostra Visione, le nostre rappresentazioni sociali della realtà e dei processi di cambiamento, incidono fortemente sulla possibilità di favorire il mutamento, a volte sono più forti del contesto e dell’ambiente stesso!

Il laboratorio di comunità proposto mira a rendere i partecipanti consapevoli dei propri punti di svolta, dei propri principi, obiettivi, valori, atteggiamenti, comportamenti evidenziandone le emozioni, le mentalizzazioni e i vissuti sottesi alla situazione creata. Tutto questo rinvia alla dimensione individuale e collettiva, alle modalità di proporsi nella relazione e nella comunicazione, al piano d’azione individuale e del gruppo di appartenenza.

I Nostri Obiettivi

In questo percorso imparerai:

  • a crescere come persona

  • maggiore capacità di gestire i gruppi

  • elementi di progettazione sociale

  • esperienze di economia solidale

  • come si muovono le comunità resilienti ed empatiche

Al termine del laboratorio

  • Avrai aumentato la tua consapevolezza sulle dinamiche di gruppo

  • avrai acquisito maggiore padronanza su alcuni strumenti che riguardano la comunicazione assertiva e carismatica

  • avrai acquisito la capacità di gestione creativa dei conflitti

  • avrai una serie di elementi concreti di progettazione sociale ed economica

Bologna, 11 giugno 2017

Centro Therapeuticum, Via dei Lamponi 5, Primo Piano

Dalle ore 9,00 alle ore 18,00

LA VISIONE A CUI CI ISPIRIAMO:

Barter, Blue economy, decrescita felice, economia della felicità, economia di prossimità, empatia, empowerment, epigenetica sociale, Pop economy, fisica quantistica, Fab lab, Gas, Intelligenza sociale, Res, Des, neurosemantica, neuroscienze sociali, noetica, Paesollogia, Permacultura, Piano d’azione, Sharing economy, Transition Town

Chi siamo

Graziano Pini
Graziano PiniSociologo e Designer relazionale
Da 30 anni mi occupo di formazione e di facilitazione dei processi di cambiamento individuali e collettivi.
Non esistono fallimenti, ma solo risultati.
Lisa Bortolotti
Lisa BortolottiStrategist e consulente territoriale
Mi occupo di strategie aziendali e territoriali. Utilizzo strumenti quali l’analisi sistemica e il marketing sovversivo.
Sono quella che unisce i puntini e trova soluzioni nuove.
Auro Ghirardini
Auro GhirardiniFondatore Digitalghost - Officina informatica
Datemi del codice da sviluppare e mi renderete felice. Le sfide digitali mi conquistano, risolvere problemi informatici è il mio pane.

Cosa tratteremo durante il laboratorio

I temi trattati

  • Aspettative/intenzioni/obiettivi personali
  • Punti di svolta individuali
  • Punti di svolta collettivi
  • Esercitazione e briefing
  •  Azioni in campo: obiettivi personali e collettivi
  • Congruenza fra azioni, obiettivi, valori e punti di svolta
  • Esercitazione e briefing
  • Visione a partire da nuovi approcci teorici ( noetica, epigenetica sociale, neurosemantica, neuroscienze sociali .. )
  • Esercitazione e briefing
  • Piano d’azione ( obiettivi, azioni, tempi, risultati ).
  • Conclusione

IL ROLE-PLAY :

una modalità interattiva come metodologia di apprendimento

Vuoi sperimentare giocando?

 

Nel laboratorio verrà utilizzata una modalità interattiva ed in particolare lo strumento del “role play” per favorire un processo di apprendimento efficace e veloce.

Il role play è un tipo di attività formativa che richiede ai partecipanti di assumere, per un determinato tempo, un ruolo prestabilito al fine di pensare , provare, reagire come fosse quel determinato ruolo/persona.

I vari partecipanti, interagendo fra loro, vivono e creano dinamiche molto reali che sono oggetto di analisi nel breafing al termine di ogni sessione di role play.

Questo permette di mettere a punto strategie più efficaci per ottenere ciò che si vuole a partire da sè, dagli altri e dal contesto di azione.

Se non hai mai vissuto un role play questa è un’occasione unica per farlo su aspetti e ruoli per te fondamentali.

Sei interessato ? clicca qui.

Fonti Bibliografiche

  • Albrecht Karl, Intelligenza sociale
  • Batini, Capecchi, Strumenti di partecipazione
  • Bizzocchi Andrea, E io pago
  • Braden Gregg , The Turning point
  • Braden Gregg, Alle porte del cambiamento, Macrovideo 2011
  • Dal Monte, L’allucinazione della modernità
  • Dallago Lorenza, Che cosa è l’empowerment
  • Ermini, Paesologia
  • Giddens, Il mondo che cambia
  • Goleman Daniel , Intelligenza ecologica
  • Goleman Daniel , Intelligenza sociale
  • Hazelip Emilia, Agricoltura sinergica, l’arte di coltivare
  • Hopkins Rob, Manuale pratico della transizione, cibo locale
  • Introduzione alla Permacultura
  • Lee Vernon, Genius Loci
  • Lipton Bruce , Evoluzione spontanea
  • Mercalli Luca, Prepariamoci, Chiare lettere, 2011
  • Meschi, Farulli, 100 modi per cambiare vita ed essere felici
  • Mollison Bill, Introduzione alla Permacultura
  • Norberg-Hodge Helena , Economia della felicità
  • Twelvetrees, Il lavoro sociale di comunità
  • Viale, La conversione ecologica
  • Norme per la promozione e il sostegno dell’economia solidale, Legge Regionale Emilia Romagna, 12 giugno 2014
  • Pallante, Decrescita
  • Pauli Gunter, Blue economy
  • Petrini, Terra Madre
  • Rifkin Jeremy, La civiltà dell’empatia, La corsa verso la coscienza globale nel mondo in crisi, Milano, Mondadori, 2010
  • Sclavi Marianella, Avventure urbane, Eleuthera, 2002
  • Siri Armando, L’Italia nuova
  • Speltini Giuseppina, Stare in gruppo
  • Tarozzi Daniel, Io faccio così, Chiare lettere, 2013
  • Tolle, Un mondo nuovo

Quanto costa iscriversi al Laboratorio Resiliente

Il laboratorio resiliente è pensato per farti sperimentare  giocando, tramite la tecnica del role play. Sarà una giornata di apprendimento ma anche di svago e relazioni. Abbiamo voglia di incontrarci, conoscerci e trasformare le criticità in risorse per il cambiamento. Insieme.

Saremo a Bologna, in Via dei Lamponi 5,  l’11 giugno 2017. Vuoi partecipare anche tu?

Iscriviti al Laboratorio. I posti sono limitati ( dalla capienza della sala ).

PER QUALSIASI INFORMAZIONE AGGIUNTIVA PUOI CONTATTARCI DIRETTAMENTE ALLA MAIL: bortolotti@digitalghost.it

L’offerta è rivolta anche agli aderenti al Circuito Liberex e il prezzo è da intendersi in Lbr

BEST PRICE

70,00
  • Un prezzo speciale per una esperienza speciale

Il tuo nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Numero di telefono (richiesto)

Città (richiesto)

Ho letto e accetto l'informativa trattamento dati